Incontro presso l’Agenzia delle Dogane, sul nuovo PIF

19 maggio, 2017

Archiviato in Rapporti con le istituzioni · Commenti disabilitati su Incontro presso l’Agenzia delle Dogane, sul nuovo PIF 

Articolo originale pubblicato su (www.assospena.com)

Si è svolto ieri, alla presenza del Presidente del Consiglio Territoriale di Napoli, Mimmo De Crescenzo e del Presidente del Consiglio Nazionale degli Spedizionieri Doganali, Giovanni De Mari, il tavolo convocato dalla Dogana sull’argomento PIF. Erano presenti i rappresentanti di tutti gli enti coinvolti, pubblici e privati: USMAF, UVAC, FITO, CONATECO, TFG ed il segretario dell’Autorità Portuale Ing. Messineo.
Naturalmente un tavolo così ampio, seppur ben moderato dalla Dogana, ha generato qualche momento di confusione, e  non sono emerse con sufficiente chiarezza tutte le criticità che impediscono il corretto funzionamento della struttura. Abbiamo evidenziato che al momento il porto di Napoli non ha tratto alcun beneficio dalla presenza del nuovo PIF (primi in Italia) ma al contrario sta subendo la migrazione di traffici verso altri porti che garantiscono costi inferiori e tempi certi per i controlli. Pertanto, pur riconoscendo la validità dell’iniziativa di TFG ed i buoni propositi per i quali è nata, ad oggi il bilancio è negativo ed occorre agire in fretta per apportare i necessari correttivi . Le autorità si sono impegnate a fare il massimo sforzo per migliorare il servizio, così come i terminalisti. Read more

Incontro presso l’Autorità Portuale per discutere del PIF

8 maggio, 2017

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Incontro presso l’Autorità Portuale per discutere del PIF 

Nella mattinata di oggi, 8 maggio 2017, il Presidente del Consiglio Territoriale di Napoli Dott. Mimmo De Crescenzo ed il Presidente di Assospena, Dott. Augusto Forges Davanzati, sono stati ricevuti dal Dott. Messineo dell’Autorità Portuale, in relazione alle problematiche del PIF.

Forges Davanzati e De Crescenzo hanno cercato di rappresentare al Segretario tutti i problemi che riguardano l’utilizzo di questa struttura, nella maniera più obiettiva possibile. SI è d’altra parte sostenuta con fermezza l’esigenza di un intervento immediato dell’ADSP sulla vicenda, considerato che sta già provocando enormi disagi all’utenza con pesanti ricadute sui traffici.

Il segretario ci ha confermato la totale disponibilità dell’ADSP, che peraltro era già a conoscenza del problema, a convocare un tavolo “ad horas”.

Siamo in attesa di conoscere la data dell’incontro.

Estrazione di beni introdotti in deposito IVA: decreto del MEF

20 marzo, 2017

Archiviato in Avvisi Dogane · Commenti disabilitati su Estrazione di beni introdotti in deposito IVA: decreto del MEF 

Il  decreto allegato, emanato dal Ministero dell’Economia e Finanze in data 23/02/2017, definisce i contenuti, le modalita’ ed i casi di prestazione della garanzia prevista dall’art. 50-bis, comma 6, secondo periodo, del decreto-legge n. 331 del 1993, da parte dei soggetti che procedono all’estrazione di beni introdotti in deposito IVA ai sensi del comma 4, lettera b), del medesimo art. 50-bis.

Allegati:DECRETO 23 febbraio 2017 – Depositi Iva

Comunicato congiunto Assospena, CTSDNA, Accsea

3 novembre, 2016

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Comunicato congiunto Assospena, CTSDNA, Accsea 

Napoli, li 28/10/2016

Si comunica che in data odierna si è svolto presso gli uffici USMAF Napoli un incontro tra le sottoscritte associazioni ed il Dr Garofalo, in relazione all’imminente entrata in vigore del protocollo di intesa tra USMAF/UVAC e Agenzia delle Dogane che determina la procedura per i controlli presso il nuovo PIF.

Le associazioni hanno manifestato preoccupazione riguardo la tempistica dei controlli, preoccupazione che nasce dal rapporto tra la media delle verifiche giornaliere ed il numero delle postazioni disponibili presso la nuova struttura, nonché dalla farraginosità di alcuni passaggi logistici ai quali sarà sottoposta la merce prima di pervenire al PIF. Un eventuale rallentamento comporterebbe certamente un grave disagio per l’utenza con ricadute negative sui traffici.

Il dr. Garofalo ci ha riferito che non tutte le merci soggette al N.O. sanitario andranno verificate presso il nuovo PIF, bensì soltanto quelle che necessiteranno di particolare attenzione all’igiene degli ambienti, o che andranno sottoposte ad esami specifici (es. batteriologico).

Il tavolo si è concluso con l’intesa di monitorare l’andamento dei primi giorni di attività della nuova struttura e di rivederci per apportare eventuali accorgimenti che scongiurino disagi ai traffici del porto di Napoli.

IL PRESIDENTE ASSOSPENA   IL PRESIDENTE C.T.S.D.      IL PRESIDENTE A.C.C.S.E.A.

Augusto Forges Davanzati              Domenico De Crescenzo              Antonio Sticco

Nuovo incontro con l’Agenzia fissato per il 10 Ottobre

6 ottobre, 2016

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Nuovo incontro con l’Agenzia fissato per il 10 Ottobre 

Lunedi prossimo, 10 Ottobre,  è stato convocato un altro tavolo presso la direzione di Napoli 1, dietro sollecitazione di Assospena. Per l’Associazione saranno presenti il vice presidente Mario D’Angiolo ed il consigliere Massimo De Gregorio, mentre per il Consiglio Territoriale,  il Presidente Domenico De Crescenzo .

Esito dell’incontro del 29 giugno con l’Ufficio di Napoli 1

1 luglio, 2016

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Esito dell’incontro del 29 giugno con l’Ufficio di Napoli 1 

Il 29 giugno scorso, il Presidente Assospena, Augusto Forges Davanzati, insieme con il Presidente del Consiglio Territoriale, Mimmo De Crescenzo, ha incontrato il direttore dell’ufficio di Napoli 1 Dr Aragno insieme ai Capi Area per affrontare alcuni argomenti che richiedevano un urgente riscontro.

Innanzitutto sono stati richiesti rinforzi per l’area verifiche, in considerazione dell’aumento di lavoro previsto per i mesi estivi ed il contemporaneo problema delle ferie. Il dottor Bandiera ha confermato la situazione di affanno dell’ufficio concordando sull’opportunità di rinforzare l’organico. Il direttore, prendendo atto delle richieste espresse, ha preso impegno formale di provvedere adeguatamente nei limiti delle possibilità dell’ufficio.

Inoltre sono state sollecitate le rispettive aree di competenza affinché provvedano a regolamentare l’utilizzo del fascicolo elettronico nei casi di dichiarazioni di importazione con codice 4500 e le esportazioni con richiesta di certificato EUR1, così come concordato nel precedente incontro. Sulla base della discussione e delle soluzioni prospettate, si ritiene che la questione possa essere definita a breve.

Resoconto tavolo tecnico del 5 maggio 2016

6 maggio, 2016

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Resoconto tavolo tecnico del 5 maggio 2016 

Come da precedente comunicazione, è stato organizzato il giorno 05/05 un tavolo tecnico con il Direttore Interregionale dell’Agenzia delle Dogane per la Campania e la Calabria, dott. Alberto Libeccio, per un confronto su alcuni temi relativi alle nuove procedure informatiche.

Erano presenti il presidente del Consiglio Territoriale Domenico De Crescenzo, il presidente di Assospena Augusto Forges, ed alcuni componenti della “task force Once” dell’Agenzia delle Dogane istituita ad hoc tra i quali il responsabile AVC di Napoli 1, Dr Raffaele Bandiera.

Nel corso dell’incontro sono state evidenziate le problematiche operative per l’invio telematico con “fascicolo elettronico” relative ad alcuni casi particolari:

  • Esportazione con emissione di certificati di circolazione EUR1/ATR;

 

  • Esportazione di pasta alimentare verso Stati Uniti ed emissione P2;
  • Esportazione di provviste di bordo a bassa incidenza fiscale;
  • Esportazione materiali ferrosi con restituzione;

 

  • Importazioni con regime 4500 (introduzione in deposito iva);
  • Importazioni con procedure che prevedono il deposito dei diritti
  • Competenza dell’archiviazione del supporto cartaceo originale per invio telematico con fascicolo elettronico ed esito “CA”;
  • Segnalazioni SVA/Gdf;

 

Lettera congiunta al ministro Graziano Delrio sulla situazione Conateco

7 agosto, 2015

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Lettera congiunta al ministro Graziano Delrio sulla situazione Conateco 

In allegato la lettera indirizzata al Ministro Delrio ed inviata anche alla stampa, sottoscritta da tutte le associazioni.

 

Egr.Sig. Ministro,

Lo stato di agitazione dei lavoratori della società Conateco, primo terminalista del porto di Napoli, che si protrae ormai dalla prima decade di luglio, sta provocando enormi disagi agli operatori del settore. Come conseguenza immediata lo sciopero ha già determinato dirottamenti di traffico verso altri porti con notevoli danni per lo scalo partenopeo, senza considerare gli enormi ritardi nella consegna delle merci all’importazione e negli imbarchi delle merci all’esportazione che stanno mettendo in seria crisi le aziende importatrici ed esportatrici che utilizzano il porto di Napoli.

Pur comprendendo le ragioni delle maestranze e le difficoltà in cui versa la società terminalista, abbiamo la necessità di denunciare con forza e determinazione le ricadute sull’occupazione che il perdurare di tale situazione può generare ed in alcuni casi sta già generando.

Per far comprendere l’entità del problema, facciamo presente che le categorie da noi rappresentate occupano la seguente forza lavoro:

  • Case di spedizione e corrieri            3200 unità
  • Spedizionieri doganali 1500 unità
  • Agenti marittimi                                             500 unità
  • Autotrasportatori                                          3000 unità

 

I tentativi di risoluzione da parte delle istituzioni locali (Comune e Prefettura), seppur apprezzabili, si sono rivelati infruttuosi. Siamo di fronte ad una situazione di stallo nella quale non vediamo alcuna via di uscita ed abbiamo l’impressione che i media, l’opinione pubblica e le istituzioni nazionali non abbiamo compreso a fondo la gravità del problema.

Se lo stato di agitazione dovesse perdurare, come da programma già annunciato dalle associazioni sindacali, saremo obbligati a far sentire la nostra voce attraverso manifestazioni eclatanti che attirino finalmente l’attenzione verso il nostro comparto. Nel contempo, chiediamo alle massime istituzioni nazionali di farsi carico di quanto sta succedendo nel porto di Napoli. Noi chiediamo solo di poter lavorare!

La vertenza Conateco, per il delicatissimo servizio svolto, non può e non deve essere più considerata una faccenda interna a quella azienda!!!

Confidiamo nella Sua sensibilità ai temi in argomento e, certi di un Suo pronto interessamento, porgiamo distinti saluti.

 

FIRMATO

IL PRESIDENTE ASSOSPENA        IL PRESIDENTE C.T.S.D.                 IL PRESIDENTE F.A.I.

Augusto Forges Davanzati                  Domenico De Crescenzo                          Fabrizio Bouché

 

IL PRESIDENTE ACCSEA                 IL PRESIDENTE ASSOAGENTI

Antonio Sticco                                          Andrea Mastellone

Allegati: lettera al ministro delrio

 

Comunicato Confetra sulla situazione al Porto di Napoli

6 agosto, 2015

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Comunicato Confetra sulla situazione al Porto di Napoli 

Anche Confetra interviene in maniera chiara e decisa sulla grave situazione al Porto di Napoli, chiedendo l’immediato intervento delle istituzioni preposte.

In allegato: Comunicato stampa Confetra

Comunicato congiunto di categoria sulla situazione al Porto di Napoli

29 luglio, 2015

Archiviato in Comunicati · Commenti disabilitati su Comunicato congiunto di categoria sulla situazione al Porto di Napoli 

Le sottoscritte associazioni di categoria, in rappresentanza dell’utenza portuale, pur comprendendo sia le ragioni del personale dipendente della società CONATECO che le notevoli difficoltà in cui versa il terminal, denunciano i gravissimi danni arrecati dallo stato di agitazione che ha di fatto paralizzato le attività portuali del settore containers da circa tre settimane.
Questa situazione ha già determinato dirottamenti di traffico verso altri porti con conseguenze disastrose per lo scalo partenopeo, senza considerare i notevoli ritardi nella consegna delle merci all’importazione e negli imbarchi delle merci all’esportazione che stanno mettendo in seria crisi le aziende importatrici ed esportatrici che utilizzano il porto di Napoli.
I posti di lavoro a rischio sono migliaia!!!
Questa vicenda, per il delicatissimo servizio svolto dalla Conateco, non può essere più considerata una faccenda interna a quella società.
Il perdurare di tale situazione e la mancanza di prospettive di risoluzione della vertenza sta portando il porto di Napoli ad uno stato di decadimento pressoché irreversibile e pertanto chiediamo con determinazione alle autorità competenti un rapido e risolutivo intervento.

FIRMATO:
ASSOSPENA – ASSOCIAZIONE SPEDIZIONIERI DOGANALI DI NAPOLI – Presidente Augusto Forges
CNSD -CONSIGLIO TERRITORIALE SPEDIZIONIERI DOGANALI DI NAPOLI – Presidente Domenico De Crescenzo
ACCSEA – ASSOCIAZIONE CASE DI SPEDIZIONE E CORRIERI – Presidente Antonio Sticco
F.A.I. – FEDERAZIONE AUTOTRASPORTATORI ITALIANI – Presidente Fabrizio Bouché
ASSOAGENTI – ASSOCIAZIONI AGENTI MARITTIMI NAPOLI – Presidente Andrea Mastellone

Pagina successiva »